Ode alle ferie

Vivendo al mare e vedendolo ogni giorno – più volte al giorno – si inizia a fare propria quella (meravigliosa) sensazione di averne sempre il profumo addosso, di sentirne sempre il suono, di viverlo come un compagno di vita quotidiana.

Ma non è sempre stato così: fino a meno di due anni fa vivevo in una grande città e all’epoca il mare rappresentava – per me come per tutti i cittadini – il meritato premio estivo, dopo lunghi e duri mesi di lavoro.

Ed è esattamente lo sguardo che hanno i turisti che iniziano ad arrivare qui, ora che inizia la stagione.

Lo sguardo di chi è arrivato in vetta, di chi ha messo anche il secondo piede sul podio della vittoria.

Arrivano all’ingresso della spiaggia, la guardano, inspirano profondamente e il viso si rilassa. I tratti si distendono, la fronte diventa più ampia.

Sembrano voler lasciare tutto il resto, l’inutile, alle spalle, e comunicano un messaggio forte e chiaro, una vera e propria Ode alle ferie:

“Me le sono guadagnate, ora me le godo”.

Li guardò, sorrido, mi rallegro per loro.

E anche quest’anno sono arrivate le vacanze.

2 pensieri su “Ode alle ferie

    1. lapamm

      Grazie! Si, stare vicino al mare è davvero un toccasana … Mah guarda qui gli spazi sono mooolto ampi. Devo dire che i turisti si mescolano bene 😂 Buona giornata 😘

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...