Labyrinth

L’ho rivisto ieri.

E l’ho amato, come la prima volta.

La trama, gli ambienti, i boschi, la magia. L’amore, la bellezza, la fiaba, la fantasia. I colori, i rumori, i suoni. Castelli, nebbie, Goblin.

La musica.

Lui. Lei.

Ma soprattutto lui.

Surreale, elegante, disturbante, affascinante, ammaliante. Unico e inimitabile.

Uno di quei film che, se piace il genere, la musica, la bellezza, la magia, la verità nascosta nell’Universo parallelo, non può non piacere. E va visto. Almeno una volta nella vita.

Labyrinth.

Dove tutto è possibile.

1986.

13 pensieri su “Labyrinth

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...