Le domande della domenica

#quarantenaedition

In un momento di totale disastro, di sentimenti per lo più tristi e negativi che riempiono l’etere digitale in diverse forme ed espressioni, butto un attimo l’occhio più in là e penso al futuro.

Certo non a domani o al fatidico 15 aprile ma a quando metteremo un punto (o un punto e virgola) a tutto questo.

Niente sarà più come prima.

Credo di aver letto questa frase almeno una ventina di volte negli ultimi 7 giorni.

Ma cosa cambierà esattamente?

Cosa cambierà fuori ma – soprattutto – dentro di noi?

Saremo più sensibili? Più altruisti? Più legati alla patria e al benessere del nostro vicino di casa?

Avremo cambiato le nostre priorità? L’approccio alla vita, alla routine, alle abitudini?

Come vivremo la felicità? E la quotidianità?

Saremo completamente assorbiti dall’imminente devastazione economica o avremo tempo e modo di pensare anche ad altro?

Quali saranno i risultati interiori di una quarantena forzata? In cui si deve stare 24h e 7/7 a casa? In famiglia? O da soli?

Non ho idee ne’ risposte.

Posso anche dire che forse cambierà poco.

Posso anche aggiungere che forse adesso la vera priorità è arrivarci, ad un dopo.

Intanto medito e rifletto. Una cervellotica come me non può non farlo.

E intanto cerchiamo di rimanere in equilibrio, per quanto difficile è possibile sia.

Come i pomodori sulla bruschetta.

15 pensieri su “Le domande della domenica

  1. Niente Sarà più come prima perché sarà peggio di prima perché i duri di animo gli abiti di denaro Diego isti avranno Una ragione in più per accentare le loro attitudini.
    Soprattutto saranno i nostri figli parlo per il mio i tuoi forse sono ancora troppo piccoli ma avranno anche loro dei problemi nel futuro per trovare degli stimoli come li ho avuto io come li hai avuti tu di amare creare una famiglia e sapere di farcela sulle proprie forze onestamente.

    Io vivo questo periodo aspettando su spesa disinfettata pertanto utile falso buonismo che circola.

    Ti abbraccio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...